Codice disciplinare e codice di condotta

NORMATIVA IN MATERIA DISCIPLINARE

In attuazione a quanto disposto dall' art. 68 del d.lgs. n. 150 del 27/10/2009, si pubblica la normativa vigente in materia disciplinare costituita dalle norme dei CC.CC.NN.LL., dal codice di comportamento ex DM 28/11/2000 e dagli artt. 55 e seguenti del d.lgs. n. 165/01, integrato con modifiche dal già citato d.lgs. n. 150/09, recante l'indicazione delle "sanzioni disciplinari e responsabilità dei dipendenti pubblici".

Ai sensi dell’art. 55 del d.lgs. 165/2001, le nuove disposizioni costituiscono norme imperative, ai sensi degli artt. 1339 e 1441 del codice civile e, pertanto, integrano e modificano le fattispecie disciplinari previste dai CC.CC.NN.L. comportando l'inapplicabilità di quelle incompatibili con quanto disposto dalle modifiche introdotte al d.lgs.165/2001.

Si precisa che la pubblicazione sul sito istituzionale del presente provvedimento equivale, a tutti gli effetti, alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro.

Si pubblica il D.P.R. n. 62 del 16/04/2013 contenente il “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici”. Il D.P.R. di che trattasi, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 4 giugno 2013, entra in vigore dal 19 giugno 2013 e abroga il “Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni”, già approvato con decreto del Ministro per la funzione pubblica del 28 novembre 2000. 

Ultimo aggiornamento: 03/06/2019